Orvieto

“Percezioni by Fondazione Volume!” al Vetrya Campus 🗓

“Percezioni by Fondazione Volume!” al Vetrya Campus 🗓

Orvieto
“Percezioni by Fondazione Volume!” Dialogo tra arte e neuroscienze – Sabato 1° febbraio 2020 – Alle ore 17:00 presso il Vetrya Corporate Campus In che modo il cervello elabora e percepisce le immagini? Perché non tutti abbiamo la stessa reazione osservando la stessa opera d’arte? Le neuroscienze permettono una comprensione più profonda della mente umana e offrono la possibilità di realizzare dialoghi significativi tra la “scienza del cervello” e altre sfere del sapere, come l’arte. Sabato 1 Febbraio 2020, alle ore 17:00 a Orvieto, nel Vetrya Corporate Campus cercheremo le risposte analizzando la relazione tra arte contemporanea e neuroscienze, attraverso l’esperienza di Fondazione Volume! In più di venti anni di attività, Volume! ha invitato numerosi artisti italiani e interna
Al Palazzo dei Sette “Memme Bevilatte salvata da Teresa” 🗓

Al Palazzo dei Sette “Memme Bevilatte salvata da Teresa” 🗓

Orvieto
Per la “Giornata della Memoria” il racconto di “Memme Bevilatte salvata da Teresa” Storia dei giusti dal libro di Italo Arcuri • Ad Orvieto, Mercoledì 29 Gennaio 2020, ore 18 presso il Palazzo dei Sette   Nell’ambito delle celebrazioni del “Giorno della Memoria”, per iniziativa del Comune di Orvieto in collaborazione con la Scuola Comunale di Musica “Adriano Casasole”, Mercoledì 29 Gennaio 2020 alle ore 18 presso il Palazzo dei Sette viene proposta la perfomance dal titolo “Memme Bevilatte salvata da Teresa” Storia dei giusti, tratta dal libro di Italo Arcuri (Emia Edizioni), monologo di e con, Andrea Baldoffei. Musiche originali di Alessandro Giannone. “Memme Bevilatte salvata da Teresa” scritto dal giornalista Italo Arcuri racconta la storia di salvezza di otto ebrei, avvenuta a Ri
Si trasferisce in Via Monteluco l’Ecosportello di Cosp Tecnoservice di Orvieto

Si trasferisce in Via Monteluco l’Ecosportello di Cosp Tecnoservice di Orvieto

Orvieto
Cosp Tecnoservice rende noto che dal 1° Febbraio 2020 la sede dell’Ecosportello di Orvieto che serve le utenze di: Orvieto e delle utenze dei Comuni di Allerona, Alviano, Baschi, Castel Viscardo, Castel Giorgio, Fabro, Ficulle, Guardea, Montecchio, Montegabbione, Monteleone d’Orvieto, Parrano e Porano, verrà trasferita presso il centro servizi di Via Monteluco, snc – Orvieto ed osserverà il seguente orario di apertura al pubblico: – LUNEDI 08:00 – 12:00 – MERCOLEDI  12:00 – 16:00 – GIOVEDI 08:00 – 12:00 – SABATO 08:00 – 12:00 Source: OrvietoLIFE
Orvieto e Civita, modelli di marketing per lo sviluppo 🗓 🗺

Orvieto e Civita, modelli di marketing per lo sviluppo 🗓 🗺

Orvieto
“Orvieto e Civita, modelli di marketing per lo sviluppo”. E’ questo il tema dell’incontro che si svolgerà sabato primo febbraio alle 16,30 nella sede del Centro Studi Città di Orvieto a Palazzo Negroni,in piazza Corsica n 2 per iniziativa della casa editrice Intermedia Edizioni e dello stesso Centro Studi. Lo spunto per un’analisi sulle politiche indirizzate alla crescita dell’economia turistica sarà rappresentato dalla presentazione del libro “Il fenomeno Civita” di Matteo Angeloni. L’autore, insieme al sindaco di Bagnoregio Luca Profili e all’ex sindaco Francesco Bigiotti, analizzerà lo straordinario boom vissuto da Civita che è passata dall’essere un borgo sconosciuto della Tuscia ad una meta turistica da un milione di vi

Aiac-Umbria, successo per il convegno organizzato da Andrea Mazza. Eleonora Pace, “Orvieto, centrale nella sanità umbra”

Orvieto
Venerdì 24 gennaio si è tenuto il convegno di AIAC-Umbria curato dal presidente Andrea Mazza, cardiologo dell’ospedale di Orvieto.  L’evento formativo è stata l’occasione per i professionisti di confrontarsi sulle esperienze ed evidenze mediche.  Ad aprire i lavori per i saluti istituzionali Umberto Garbini, presidente del consiglio comunale di Orvieto che ha sottolineato la necessità per la città di avere un ospedale che risponda alle esigenze dei pazienti che non sono solo orvietani ma anche dei territori limitrofi dell’Alto Lazio e d una parte della Bassa Toscana.  Garbini ha ringraziato Andrea Mazza per il lavoro che svolge quotidianamente in ospedale e per aver scelto Orvieto per un convegno di grande rilevanza che ha portato in città tanti professionisti aritm
“Innamorati di Orvieto”. 14-15-16 febbraio 2020 🗓

“Innamorati di Orvieto”. 14-15-16 febbraio 2020 🗓

Orvieto
“Innamorati di Orvieto” 1^ edizione. A San Valentino singolare “Luna nel Pozzo” di San Patrizio, “Serenata alla città” dai balconi dei palazzi storici e degustazioni dei prodotti di territorio con “Gusto, amore e… fantasia” • Ad Orvieto, nel week end di San Valentino 14 / 16 febbraio 2020 Una suggestiva luna calata nel Pozzo di San Patrizio e una serenata alla città cantata dai balconi del centro storico. Sono questi gli appuntamenti centrali della prima edizione di “Innamorati di Orvieto”, la manifestazione promossa dall’Amministrazione Comunale per il week end di San Valentino, dal 14 al 16 febbraio 2020. “La Luna nel Pozzo” è il titolo dell’iniziativa della notte di San Valentino, il 14 febbraio, organizzata in collaborazione con Sistema Museo, la Scuola Comunale di Musica “Adrian
Basta informazione ordinaria gratis. Sì alla informazione di qualità

Basta informazione ordinaria gratis. Sì alla informazione di qualità

Orvieto
Oggi che pure il gatto ha la sua pagina face, il suo account instagram e spesso anche tutti gli altri canali social, non ha più molto senso che chi come me (e tanti altri) tenta gratuitamente di gestire un quotidiano locale on line continui a perdere tempo a caricare sulla propria piattaforma i post con cui le realtà più disparate comunicano. Non ha senso e costituisce non solo una perdita di tempo nel caricare e nel fare “copia e incolla” ma anche un appiattimento e uno svilimento del nostro lavoro di giornalista, pertanto oggi ci conviene (a chi come me gestisce pagine molto seguite localmente e non) rilanciare i post più che caricarli; in questo modo però perdiamo accessi alle nostre piattaforme. Finora è sempre stato il numero degli accessi a fare di una testata on line la
TeMa, votata la liquidazione.  Il liquidatore verrà scelto dal Tribunale

TeMa, votata la liquidazione. Il liquidatore verrà scelto dal Tribunale

Orvieto
Alla fine la liquidazione di TeMa è divenuta realtà.  L’assemblea dei soci si è riunita il 27 gennaio con all’ordine del giorno proprio la liquidazione dell’associazione.  Ad inizio dell’assemblea un consigliere ha voluto leggere una lettera per far conoscere a tutti, e al sindaco Tardani in particolare, lo stato d’animo di tutto il cda. Il voto non era affatto scontato perché alcune resistenze c’erano.  I conti, però, erano lì impietosi a riportare alla dura realtà.  Oltre 1,4 milioni di debiti, decreti ingiuntivi, compagnie ancora da saldare e anche il Comune tra i creditori per le utenze rimaste intestate all’Ente nonostante la convezione in essere.  Alla fine i soci hanno votato per la liquidazione di TeMa dopo 26 anni al sevizio della città. I
Pendolari e sindaco preparano un documento per discutere in Regione di treni e collegamenti

Pendolari e sindaco preparano un documento per discutere in Regione di treni e collegamenti

Orvieto
Sabato 25 gennaio si è tenuto l’incontro tra il sindaco, l’assessore Luciani e i rappresentanti dei pendolari orvietani per affrontare le grandi questioni legate al trasporto ferroviario: le condizioni della stazione ferroviaria della città, il potenziamento dei collegamenti nord-sud e la diminuzione dei tempi di percorrenza da e per Roma.  Oltre a Roberta Tardani, all’assessore Gianluca Luciani erano presenti il portavoce del coordinamento dei comitati umbri dei pendolari, Gianluigi Giusti e una delegazione del comitato Roma-Firenze.  Questo primo appuntamento è stato organizzato in vista del tavolo di verifica che lo stesso sindaco ha chiesto di attivare con Regione e Trenitalia.  “E’ stato un incontro molto proficuo – hanno commentato sindaco e assess
Orvieto non dimentica. Gli appuntamenti nel giorno della Memoria

Orvieto non dimentica. Gli appuntamenti nel giorno della Memoria

Orvieto
“La Repubblica Italiana riconosce il giorno 27 gennaio, data dell’abbattimento dei cancelli di Auschwitz, ‘Giorno della Memoria’, al fine di ricordare la Shoah (lo sterminio del popolo ebraico), le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subìto la deportazione, la prigionia, la morte, nonché coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio, ed a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati” (art. 1 della Legge n. 211 del 20 Luglio 2000). In occasione del “Giorno della Memoria”, anche Orvieto si impegna a coltivare la memoria storica ed umana di una delle pagine più tristi della storia del Novecento. Lunedì 27 gennaio dalle 10:30 nell’Atrio del Palazzo dei Sette è i