Orvieto

Museo della Ceramica a Palazzo Simoncelli, progetto da oltre 600 mila euro inserito negli interventi di interesse regionale

Museo della Ceramica a Palazzo Simoncelli, progetto da oltre 600 mila euro inserito negli interventi di interesse regionale

Orvieto
La giunta regionale dell’Umbria ha inserito il progetto di adeguamento post Covid e ampliamento del Centro integrato di documentazione, ricerca e sperimentazione della ceramica orvietana a palazzo Simoncelli nell’elenco degli interventi di interesse regionale proposti all’Agenzia per la Coesione territoriale da finanziare con le risorse del Fondo per lo sviluppo e la coesione.   Il Ministero per il Sud e la Coesione territoriale ha infatti assegnato alla Regione Umbria una prima quota di risorse del Fondo pari a 27,7 milioni di euro per interventi di immediata cantierabilità e attivazione. Nella ricognizione effettuata dalla giunta regionale, e nello specifico dall’assessorato al Bilancio, sono stati presi in considerazione progetti inseriti in bandi già pubblicati riservando particolare a
La triste storia di Carlo, paziente oncologico, invalido ma senza diritto al vaccino, almeno così sembra

La triste storia di Carlo, paziente oncologico, invalido ma senza diritto al vaccino, almeno così sembra

Orvieto
Vi vogliamo raccontare una storia di malattia, sofferenza, vaccinazioni non eseguite.  La storia clinica di Carlo (nome di fantasia ndr) inizia nel 2017.  Carlo si reca in ospedale per effettuare degli esami conseguenti a visite di controllo.  La diagnosi è dure, di quelle che non lasciano molte speranze e ti fanno vedere il futuro del tutto nero, senza se e senza ma.  Il 12 luglio Carlo entra in ospedale per essere operato di carcinoma squamoso alla lingua.  Lontano da Orvieto, in un ospedale organizzato, sicuramente, con un’equipe medica preparata e professionale, ma lontano da casa.  Carlo sa benissimo che la sua vita cambierà e al risveglio è tutto ancora più drammaticamente chiaro.  Lingua operata, tolti i denti…prova a muovere il braccio ma lo fa con grandissima fatica pe
Controlli anti-droga e prevenzione covid dei Carabinieri di fronte le scuole superiori di Orvieto, tutto in piena regola

Controlli anti-droga e prevenzione covid dei Carabinieri di fronte le scuole superiori di Orvieto, tutto in piena regola

Orvieto
Nella giornata del 13 maggio, nell’ambito del progetto “Scuole Sicure”, i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile del Comando Compagnia Carabinieri di Orvieto e del locale Comando Stazione, anche con l’impiego di una unità cinofila del Nucleo di Ponte Galeria di Roma, hanno svolto una serie di controlli antidroga all’esterno degli Istituti d’Istruzione della Scuola Secondaria di Orvieto finalizzati al contrasto dell’uso di sostanze stupefacenti, con l’ispezione delle aree esterne ai plessi scolastici, della stazione ferroviaria e delle fermate dei bus extraurbani.  Contemporaneamente sono state eseguite verifiche sul rispetto dei protocolli per la limitazione del contagio da virus covid-19 all’interno dei plessi degli Istituti d’Istruzione Secondario Scientifico e Tecnico di Cico
Anche quest’anno niente Palombella, Orvieto in Fiore e Corteo Storico, ma non saranno assenti del tutto

Anche quest’anno niente Palombella, Orvieto in Fiore e Corteo Storico, ma non saranno assenti del tutto

Orvieto
I simboli della tradizione per la ripartenza della città. Si svolgeranno in forma ridotta, statica e simbolica gli eventi della tradizione della città di Orvieto, la Festa della Palombella (23 maggio) e il Corteo storico in occasione delle celebrazioni del Corpus Domini (6 giugno).   Ridotte anche le iniziative della manifestazione “Orvieto in fiore”, annullati invece gli appuntamenti del Corteo delle Dame e della Staffetta dei Quartieri che solitamente si tengono nel corso del week end del Corpus Domini. “Le limitazioni imposte dal Governo per far fronte all’emergenza sanitaria tuttora in corso – spiegano congiuntamente gli organizzatori Comune di Orvieto, Opera del Duomo, Associazione “Lea Pacini” e Comitato cittadino dei quartieri – non consentono ancora di poter tornare a festeggiare g
Roberta Tardani replica al PD, “l’assessore era operativo e vaccinato con Astrazeneca, a marzo indicato per gli under 60, nessun salto quindi”

Roberta Tardani replica al PD, “l’assessore era operativo e vaccinato con Astrazeneca, a marzo indicato per gli under 60, nessun salto quindi”

Orvieto
Il PD è partito lancia in resta all’attacco nei confronti di un assessore vaccinatosi a inizio marzo come previsto dal piano vaccinale regionale.  I consiglieri hanno chiesto e ottenuto con ritardo l’accesso agli atti e da questi si evince che l’assessore che ha tra le sue deleghe quella al bilancio è stato sottoposto a vaccinazione a marzo.  Il sindaco, Roberta Tardani, ha replicato quasi in tempo reale al comunicato dei consiglieri di minoranza. “L’assessore di cui parla la nota dei gruppi di opposizione ha partecipato attivamente alle funzioni del Centro operativo comunale di Protezione civile e alla gestione delle attività connesse all’emergenza Coronavirus. Tra queste, in diretta collaborazione con il responsabile della Protezione civile comunale e i membri del
Il PD di Orvieto, “il bilancio dei vaccini in giunta”, è grave e senza giustificazioni

Il PD di Orvieto, “il bilancio dei vaccini in giunta”, è grave e senza giustificazioni

Orvieto
Abbiamo ricevuto venerdì riscontro alla richiesta di accesso agli atti inoltrata il 21 Aprile scorso.   Dieci giorni dopo il termine previsto dal regolamento comunale (Art. 28, comma 3), e dopo reiterati e vani tentativi di ottenere risposte, abbiamo avuto conferma di quanto segnaliamo da oltre un mese.  Apprendiamo infatti che le deleghe a programmazione e bilancio, tributi, enti e partecipazioni, informatica, lavori pubblici, attività produttive e sviluppo economico, hanno costituito titolo per ottenere il vaccino i primi di marzo (quando l’Umbria vaccinava gli over 80 e gli estremamente fragili). Qualcosa evidentemente non torna se lo stesso sindaco, con una nota del 20 aprile (http://www.comune.orvieto.tr.it/notizie/precisazione-amministrazione-comunale-su-vaccinazi), precisava che si
Come mai in Umbria non si riesce a vaccinare sotto i 70 anni? Proviamo a rispondere ai dubbi del nostro lettore

Come mai in Umbria non si riesce a vaccinare sotto i 70 anni? Proviamo a rispondere ai dubbi del nostro lettore

Orvieto
Riceviamo e pubblichiamo una nota di Marco Ravelli sulla campagna vaccinale e tutte le perplessità sul suo andamento in Umbria.  Dopo la riflessione abbiamo provato a trovare risposte plausibili e suffragate da numeri e percentuali, senza colorazioni politiche e speriamo, almeno, di aver soddisfatto il nostro lettore e non solo.   C’è proprio qualcosa che non va! Quando senti il Generale con la penna sul cappello che dichiara “da Lunedi 10/5/21 abbiamo aperto alle vaccinazioni degli over 50”!!!! Quando tutti sappiamo perfettamente che nel Lazio (ovvero a 15 km da noi) stanno vaccinando le classi di età 1966-1967 (sito Regione Lazio)!!! Poi apri il sito della Regione Umbria e vedi che non puoi prenotare avendo 60 anni e che la fascia di età tra i 70-79 anni dovrà pren
Lega, “all’isola ecologica di Baschi ancora senza cassone per i rifiuti speciali”

Lega, “all’isola ecologica di Baschi ancora senza cassone per i rifiuti speciali”

Orvieto
La Lega Comprensorio Orvietano torna ad accendere i riflettori sull’isola ecologica di Baschi.  “Dopo cinque mesi dalla nostra sollecitazione, a Baschi, per quanto riguarda il cassone per la raccolta dei rifiuti speciali, tutto tace. Ribadiamo quindi la nostra richiesta al sindaco, Damiano Bernardini, affinché si faccia portavoce dei disagi dei suoi concittadini e risolva la situazione nel più breve tempo possibile.  Da oltre due anni e mezzo, come abbiamo sottolineato più volte, nel silenzio più assordante dell’amministrazione comunale i residenti sono costretti a riportarsi a casa i rifiuti particolari, come laterizi, cemento, cartongesso e a pagare, per smaltirli in altro modo, perché l’isola ecologica è sprovvista dell’apposito contenitore. La misura è colma e l’inter
Teatro Mancinelli, quale futuro? Interrogazione di Cristina Croce, capogruppo di “Siamo Orvieto”

Teatro Mancinelli, quale futuro? Interrogazione di Cristina Croce, capogruppo di “Siamo Orvieto”

Orvieto
Cristina Croce, capogruppo di “Siamo Orvieto”, riapre il fronte del Teatro Mancinelli con un’interrogazione, condivisa con gli altri gruppi di opposizione, per conoscere in quali termini il Comune di Orvieto, come gestore diretto, vuole far ripartire la stagione, almeno in questo ultimo scorcio prima dell’estate. Dal 26 aprile riparte anche la cultura, uno dei settori più penalizzati dalla Pandemia e in molti Comuni si sta già riorganizzando la programmazione nei teatri cittadini, attraverso calendari di eventi culturali che in molti casi si protrarranno per tutta l’estate nel tentativo di recuperare il tempo perso della chiusura. Cosa sta facendo il Comune di Orvieto? Aperture sporadiche a parte, come quella prossima della due giorni prevista per il merit
“Orvieto in Fiore”, Comitato dei Quartieri e Fidapa insieme per un’edizione light, video, foto e una sola infiorata

“Orvieto in Fiore”, Comitato dei Quartieri e Fidapa insieme per un’edizione light, video, foto e una sola infiorata

Orvieto
Anche il 2021 contraddistinto dalle restrizioni della pandemia, costringe il Comitato dei Quartieri e FIDAPA Orvieto a contenere e adattare al rispetto delle norme anticontagio, la 9^ edizione di “Orvieto in Fiore”. E’ così che, parafrasando la citazione dantesca “nessun maggior dolore che ricordarsi del tempo felice nella miseria…”  (V canto dell’Inferno) per esprimere la malinconia verso le occasioni di festa che per il secondo anno vengono limitate, le due Associazioni intendono stimolare i concittadini a reagire e partecipare, ora più che mai.   Leonardo Mariani e Laura Cicognolo, presidenti rispettivamente del Comitato dei Quartieri e di FIDAPA Orvieto, esortano infatti tutti gli orvietani ad aderire al progetto di abbellire con i colori e i simboli dei quartieri le finest