Monica Riccio, “esco da OrvietoLife con il cuore felice”. Alessandro Li Donni “ora parte una nuova fase che sarà piena di sorprese”

Esco da OrvietoLife con il cuore felice. Felice perché lo lascio in buonissime mani, quelle di Alessandro Li Donni.
La mia scelta è nata sia per ripagare Alessandro di tutto l’impegno messo in questi anni, sia per cercare di preservare il mio lavoro dal meccanismo della “corsa” al pubblicare, un meccanismo ormai perverso che ci ha inglobato quasi tutti in questo mestiere.  Se nel primo intento ci sto riuscendo, nel secondo pensavo di poterci riuscire ma non sarà così. Ma quando si sceglie una strada poi non si torna indietro così ho rimesso in piedi il mio vecchio quotidiano e avrò tempi di pubblicazione tutti miei, la cui slow-aggine non influirà su OrvietoLife. Chi mi ha sempre seguito continuerà a seguire sia l’uno che l’altro ne sono certa.
Ad Alessandro faccio i miei più sinceri auguri di buonissimo lavoro, se la caverà benissimo anche senza di me.
Per quello che mi riguarda ci sono in ballo molte scelte e molte strade (tutte a pochissimo guadagno ovviamente) ma per tutte c’è bisogno di maggiore calma, maggiore impegno. E tutto, tutto insieme, non si può fare. Specie quando c’è pure poca salute.
Quindi saluto tutti i lettori di OrvietoLife che in questi anni mi hanno seguito e raccomando loro di non smettere di seguire Alessandro.  Mi troverete comunque, se vorrete, altrove… fermo restando che saranno ancora tante le cose che faremo insieme con Alessandro e la sua testata.
Buona lettura e visione dei tg e dei video di cui Alessandro è diventato espertissimo.
A presto,
Monica Riccio
L’idea di collaborare è nata quasi dieci anni fa.  Tante sfide, molte vinte, alcune perse, ci sta.  E’ così in ogni ambito ed è così soprattutto nella vita.  Discussioni, anche litigi ci sono stati, ma soprattutto il rapporto lavorativo lo abbiamo costruito giorno dopo giorno con la fiducia e il rispetto, ognuno con la propria autonomia e il proprio stile.  La stella polare è stata e sarà informare il lettore anche quando la notizia è scomoda.  Ringrazio Monica, quindi, per l’opportunità che mi ha dato e cioè continuare a crescere e a svolgere sempre con passione la mia professione.  Una professione che negli ultimi anni è cambiata ed è diventata difficilissima.  Siamo circondati da “informatori social” che sembrano essere nostri competitor ma in realtà non lo sono.  Non hanno i nostri obblighi professionali e hanno l’unico interesse di diffondere in maniera potenzialmente virale news non confermate, spesso bufale o quasi.
Insieme a Monica abbiamo combattuto, anche risultando antipatici, questo stile errato di informare, abbiamo cercato di verificare, leggere, rileggere, chiedere, riflettere e, magari, ogni tanto sui social la notizia è apparsa prima.  Non lo ho mai considerato un “buco” come si dice in gergo, ma un vanto, quello di scrivere solo ed esclusivamente dopo la verifica attenta.  Errori?  quanti ne abbiamo fatti, e quante telefonate per spiegarci.  E quanto risate quando abbiamo deciso di iniziare l’avventura dei video.  Papere di ogni tipo, nomi storpiati, false partenze, insomma un inventario del “cosa non si deve fare” che spesso Monica ha raccolto nei video di auguri per la fine dell’anno.
Ora siamo arrivati ad un punto di svolta.  Monica ha spiegato come il suo non è un addio, anzi.  Sicuramente nel nuovo Orivetolife che vedrete a piccoli passi nascere, Monica sarà il punto di riferimento per lo sport e non vediamo l’ora che si possa tornare alla normalità per rilanciare il concorso delle Pizze di Pasqua, ad esempio.  Certo, lo strade si sono separate, ma in maniera totalmente consensuale e sono sicuro che continuerete a seguirci qui su Orvietolife e altrove.
Buon proseguimento a Monica, espertissima di cronaca e sport e a voi tutti buona lettura e buon TG!
A me non resta che ringraziare Monica per questi anni intensi di lavoro e condivisione ma soprattutto per l’occasione di poter guidare in piena autonomia OrvietoLife che oggi conta più di 7 mila followers, una base di partenza lusinghiera per le prossime sfide che ci attendono!
Alessandro Maria Li Donni

Source: OrvietoLIFE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *